Emmys Magazine: Tutti in Piedi

 Emmys magazine, John Travolta wearing Matteo Perin

La riapertura del caso O.J. Simpson su FX ha conquistato il pubblico che aveva seguito il vero processo vent’anni fa e una nuova generazione di spettatori che non sapeva nulla di guanti e Ford Bronco.

 John Travolta nei panni di Robert Shapiro: completo, camicia e fazzoletto da taschino di Matteo Perin; pullover Black Brown 1826; orologio Breitling. Photo: Robert Ascroft

John Travolta nei panni di Robert Shapiro: completo, camicia e fazzoletto da taschino di Matteo Perin; pullover Black Brown 1826; orologio Breitling. Photo: Robert Ascroft

Se è vero quanto assicura FX, non rivedremo mai più un processo come quello a O.J. Simpson. Negli ultimi anni, pochi programmi hanno stimolato una riflessione culturale più ampia di American Crime Story: Il caso O.J. Simpson, la serie di dieci episodi che ripercorre in maniera intensa il processo per omicidio che due decenni fa appassionò un intero paese.

La miniserie è a oggi il nuovo programma del 2016 più guardato sul canale via cavo. Ha ottenuto una media di tredici milioni di spettatori a settimana ed è stato probabilmente il primo argomento di conversazione in ogni festa o ritrovo durante il periodo di messa in onda.

“Non mi sorprende” afferma John Travolta, attore e produttore della serie. “Vedendo come andava il mondo, sapevo che la serie avrebbe avuto grande risonanza. Se le intenzioni di un gruppo che realizza un progetto non sono quelle di risolvere un caso, ma di farne parlare, allora ci troviamo davanti a un’opera d’arte che comunica l’essenziale.”

Il caso O.J. Simpson è diventato memoria giuridica e culturale, e la serie è entrata nella storia della televisione. I protagonisti del progetto raccontano a Emmys e Craig Tomashoff i retroscena della serie diventata un fenomeno... CONTINUA A LEGGERE

 Connie Britton: abito: Tamara Mellon; scarpe: Jimmy Choo; John Travolta: completo e camicia: Matteo Perin; pullover: Dunhill; cravatta: Calvin Klein; scarpe: Salvatore Ferragamo; orologio: Breitling; David Schwimmer: trench: Eidos Napoli (per gentile concessione di Bloomingdale’s); Cuba Gooding Jr.: giacca: Burberry (per gentile concessione di Bloomingdale’s); pantaloni: Ermenegildo Zegna (per gentile concessione di Bloomingdale’s); camicia: Thomas Pink; scarpe: John Varvatos; cravatta: Reiss. Photo: Robert Ascroft.

Connie Britton: abito: Tamara Mellon; scarpe: Jimmy Choo; John Travolta: completo e camicia: Matteo Perin; pullover: Dunhill; cravatta: Calvin Klein; scarpe: Salvatore Ferragamo; orologio: Breitling; David Schwimmer: trench: Eidos Napoli (per gentile concessione di Bloomingdale’s); Cuba Gooding Jr.: giacca: Burberry (per gentile concessione di Bloomingdale’s); pantaloni: Ermenegildo Zegna (per gentile concessione di Bloomingdale’s); camicia: Thomas Pink; scarpe: John Varvatos; cravatta: Reiss. Photo: Robert Ascroft.

Rick Krusky